Trieste è una splendida sorpresa. Una città di colline e scale, una delle poche situate tra i monti e il mare. Una combinazione di diverse culture ed espressioni artistiche, a cominciare con le sue origini romane. Passeggiare per Trieste è un po’ come sfogliare un libro di architettura di grandi dimensioni.

Piazza Unità è, tra le piazze affacciate sul mare, la più grande e la più bella in tutto il mondo ed è il luogo ideale per partire alla scoperta dei diversi stili architettonici presenti in città.

La vera fioritura di Trieste ha avuto inizio nel 1719, quando la città fu dichiarata porto franco dall’imperatore Carlo VI e poi Maria Teresa d’Austria decise di costruire una nuova città ai piedi del colle di San Giusto su terreni un tempo utilizzati come miniere di sale.

La “Città Nuova” corrisponde al centro della città attuale, caratterizzata nella sua architettura da uno stupefacente stile neoclassico.

L’atmosfera viennese, tuttavia, si sente anche a piedi in giro per il centro della città.

Storicamente e culturalmente una città internazionale, Hotel Trieste è anche una città di fortezze. San Giusto offre una vista spettacolare sul golfo. Un’altra vista mozzafiato si trova al Castello di Miramare che fu un nido d’amore per Massimiliano d’Asburgo e Carlotta del Belgio.

Miramare è uno dei simboli di Trieste più o meno allo stesso modo del Faro della Vittoria che, oltre a illuminare il Porto, è un monumento commemorativo ai marinai morti durante la Prima Guerra Mondiale.